Tricopigmentazione,che cos’è?

La tecnica detta tricopigmentazione è una tecnica in voga da una decina di anni,sempre più in evoluzione utilizzata per mascherare la perdita dei capelli sia nel caso in cui i capelli siano lunghi o rasati,oppure per mascherare una cicatrice.Questa tecnica permette di inserire nel derma superficiale delle piccole quantità di pigmento al fine di simulare il capello nella fase di crescita.Risolvendo problemi vari di calvizie in modo molto realistico e con straordinaria semplicità.La tricopigmentazione è reversibile, anallergica e bio-compatibile grazie all’impiego di pigmenti specifici naturali.insomma una tecnica con molta efficacia ad un prezzo accessibile a tutti,a differenza di trapianti con il metodo Fue ecc.Ma vediamo nello specifico i 3 esempi del caso.

tricopigmentazione una scelta vincente!

   EFFETTO RASATO

Un risultato spettacolare per chi porta capelli rasati,in presenza di diradamenti areati e di calvizia.Con la tricopigmentazione,è possibile creare una linea sulla fronte per coprire aree di capelli mancanti,dando alla persona anche la possibilità di creare un look personalizzato al volto,cosa da non sottovalutare.Tutto ciò rendendo un effetto rasato,quasi indistinguibile dal resto dei capelli anche osservando da molto vicino.

EFFETTO DENSITÁ

L’effetto densità e una soluzione ottima sia per calvizie femminili,
che maschili con presenza di diradamento dei capelli medio lunghi.
In pratica ricrea visivamente una chioma più folta,riducendo o eliminando
la visibilità del cuoio capelluto,in base alla persona.

COPERTURA CICATRICI

La tecnica si effettua su cicatrici di tipo non patologico e in ottimo stato di guarigione.
Utilizzata per mascherare le cicatrici dovute ad interventi chirurgici,di trapianto di capelli o altro.
L’effetto sarà straordinario anche con colori del pigmento più chiari,e ancor più su capello scuro.